È morto Ray Liotta, aveva 67 anni

Il mondo del cinema perde un suo grande interprete, Ray Liotta è morto nel sonno nella Repubblica Dominicana mentre stava effettuando le riprese di un nuovo film.

La carriera di Ray Liotta

Liotta, come molti attori, inizia a lavorare nel mondo dello spettacolo in piccole serie televisive. Nel 1986 arriva l’occasione di farsi conoscere tramite una parte nel film Qualcosa di travolgente di Jonathan Demme. La definitiva consacrazione dell’attore nativo di Newark arriva solo 4 anni più tardi, nel 1990, quando insieme a Robert De Niro e Joe Pesci recita in Quei Bravi Ragazzi, pietra miliare del cinema diretta da Martin Scrorsese. Nel film interpreta Henry Hill, un mafioso esistito realmente, facente parte della famiglia Lucchese.

Negli anni ha collezionato molti film ed altrettante collaborazioni, tra cui quella con Ted Demme, nipote di Jonathan, colui che l’ha lanciato nel mondo del grande schermo. Il film in questione è Blow, pellicola del 2001 che parla della vita di George Jung. Il protagonista del film è stato uno dei maggiori trafficanti di cocaina degli Stati Uniti a cavallo tra gli anni settanta e gli anni ottanta. Qui Ray Liotta interpreta il padre di George, una persona protettiva che, nonostante tutto, non tradisce il figlio.

Parlando del recente passato Liotta ha preso parte anche a Cogan – Killing Them Softly, film del 2012, insieme ad un cast di stelle, tra cui Brad Pitt e James Gandolfini. Liotta ha continuato così a lavorare fino all’anno scorso dove è stato diretto dal grande Steven Soderbergh in No Sudden Move.

Inutile dire che mancherà a tutti quanti noi. Ci mancheranno le sue incredibili doti recitative, ma soprattutto la sua risata contagiosa che abbiamo conosciuto ed amato in Quei Bravi Ragazzi.

Cosa ne pensate di questa terribile perdita? Fatecelo sapere nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.